Cookie Policy     Chiudi

Questo sito non utlizza cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy

 ... per affrontare le difficoltà che sono emerse, gli esseri umani debbono sviluppare la capacità di porsi in una relazione problematica con l'insieme dei loro rapporti, che essi stessi, o i loro predecessori, hanno instaurato. Debbono cioè individuare i mutamenti da introdurre nel loro comportamento, e in special modo nelle sue determinazioni sociali generali. Se riescono in questo passaggio - e per riuscire debbono individuare quegli elementi della realtà che li lega dei quali non tenevano conto, o che vedevano in forma impropria - imparano ad agire come non sapevano fare. Essi sviluppano cioè delle facoltà delle quali, come semplici membri di classi sociali, non erano prima portatori. Come sottolinea Marx in molti suoi scritti: il processo di trasformazione delle circostanze finisce in tal modo col coincidere con il processo di autotrasformazione degli individui. Essere individuale ed essere sociale cambiano dunque simultaneamente, e anzi l'individuo cambia solo se riesce a mutare il suo stesso essere sociale, cioè la struttura delle sue relazioni, conquistando una libertà nuova ... " (Giovanni Mazzetti, Quel pane da spartire, Bollati Boringhieri, 1997)

Incontri di lavoro, di studio, Eventi, Dibattiti, Presentazioni

OTT

29

IL FUTURO oltre la pandemia

Verso la redistribuzione del lavoro

Evento organizzato da

Che le politiche attuali non siano in grado di rispondere alla crisi globale risulta sempre più evidente.

 

In tutti i paesi industrializzati assistiamo alla perdita di decine di milioni di posti di lavoro. Il crollo del PIL è sopra il 10-15% e le disuguaglianze aumentano. Questi dati potrebbero drasticamente peggiorare considerando che la pandemia non invertirà la tendenza alla diffusione su larga scala per un periodo di breve termine.

 

Sembrerebbe farsi strada l’evidenza che le condizioni di precarietà e povertà di milioni di persone non possano essere affidate all'andamento del mercato e le istituzioni pubbliche sono costrette ad intervenire attraverso forme di sostegno al reddito dei cittadini e dei lavoratori.

 

Ma la crisi degli ultimi mesi non ha fatto altro che aggravare una situazione di ristagno economico e di disorientamento sociale che si protrae sostanzialmente dalla fine degli anni Settanta.

 

Attraverso un confronto con posizioni di differente provenienza culturale e politica, approfondiremo la comprensione sulla natura della crisi ed esploreremo le possibili vie per un suo superamento, come quella della redistribuzione del lavoro.

 

Il bisogno di nuovi rapporti sociali, di nessi comunitari, non mediati dal rapporto di denaro, emerge così come una delle grandi questioni con la quale la società contemporanea deve confrontarsi.

 

Intervengono

Giovanni Mazzetti presidente ARELA e autore di "Dieci brevi lezioni di critica dell'economia politica"

Giorgio Maran autore di "Il tempo non è  denaro"

Gabriele Serafini economista

Rosa Fioravante ricercatrice

Capire la crisi

Incontri di studio sulla crisi e come superarla

Ciclo di quattro incontri presso la libreria Ready di Roma, via Cavour 255.

Le relazioni introduttive sono a cura del prof. Giovanni Mazzetti docente di Economia

Pubblicato il 29 apr 2013 - Fonte: Youtube - Autore: Guido De Marco

Libreria Ready, Via Cavour 255 ang. Via dei Serpenti (Aprile-Maggio 2013)

I incontro: Capire la crisi (basta una ripresa delle politiche keynesiane ?

PARTE 1 (11'01") - PARTE 2 (12'10") - PARTE 3 (11'45") - PARTE 4 (13'46") - PARTE 5 (11'23")

II incontro: Sulla disoccupazione (perché la mancanza di lavoro è diventato un problema strutturale)

III incontro: Perché le controriforme previdenziali aggravano disoccupazione e crisi

IV incontro: Le soluzioni magiche che non servono: uscita dall’euro, reddito di cittadinanza, decrescita serena, politiche dell’offerta

Ciclo di tre seminari tenuti presso la Arion Librerie independenti nel mese di Maggio 2014

Fonte: Youtube - Autore: Guido De Marco

 

Primo seminario (12/05/2014):

PARTE 1 (33'45") - PARTE 2 (27'39") - PARTE 3 (36'36")

 

Secondo seminario (19/05/2014):

PARTE 1 (37'04") - PARTE 2 (32'10") - PARTE 3 (35'07")

 

Terzo seminario (26/05/2014)

Incontri ed eventi segnalati dal Centro Studi e Iniziative di A.Re.La.

Ultima modifica: 30 novembre 2020