Cookie Policy     Chiudi

Questo sito non utlizza cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy

Formazione online

In questa sezione vengono pubblicati dei saggi finalizzati all’attività di formazione on-line da parte del Centro Studi. Si prevede la pubblicazione a cadenza almeno mensile di documenti che in qualche modo inquadrino in modo semplice il problema della necessità di redistribuire il lavoro.

Quanti sono interessati ad approfondire i problemi contenuti nei testi di volta in volta proposti possono farlo scrivendo a bmazz@tin.it.

Alla scoperta della libertà che manca

Una bussola per orientarsi nella crisi e dar vita ad una politica alternativa (III Parte)

LIBRO TERZO: LA CRISI, QUANDO LA SOCIETÀ È IN BILICO TRA OPPORTUNITÀ E DISGREGAZIONE

In questo terzo quaderno, La crisi. Quando la società è in bilico tra opportunità e disgregazione, continuiamo il percorso che dovrebbe consentirci di acquisire la rappresentazione di una libertà possibile, necessaria, che però ancora non riusciamo né a prefigurare, né a preparare. In particolare qui analizziamo il modo in cui le politiche keynesiane, che hanno dato corpo allo stato sociale moderno, sono entrate in crisi sul finire degli anni settanta, proprio perché avevano raggiunto l’obiettivo che perseguivano.  Ci soffermeremo sui problemi nei quali quella crisi si è concretizzata, e sulla resistenza che la società ha mostrato a confrontarcisi in modo creativo. Approfondiremo, infine, il naufragio sociale che ne è conseguito e che ci ha trascinato dove siamo. ... Continua la lettura

Alla scoperta della libertà che manca

Una bussola per orientarsi nella crisi e dar vita ad una politica alternativa (II Parte)

LIBRO SECONDO: LA DIMENSIONE SOMMERSA DELLA STORIA DEL NOVECENTO

Pubblichiamo di seguito il secondo dei cinque quaderni dedicati all’individuazione delle condizioni necessarie per far venire alla luce una libertà possibile, della quale abbiamo un disperato bisogno, ma che non riusciamo a conquistare. I due capitoli di questo “libro” affrontano la questione di come, nel corso della seconda metà del Novecento, siamo giunti alla situazione in cui ci troviamo. A nostro avviso, la confusione attuale non trova una soluzione perché la società ha rimosso la propria storia, cosicché sa poco o nulla di se stessa. Non sa riferirsi coerentemente ai limiti dei rapporti privati e del mercato, ai problemi che essi determinano, e tanto meno conosce il lungo cammino che è stato compiuto col Welfare keynesiano per superare quei limiti ed affrontare le contraddizioni emerse ... Continua la lettura

Alla scoperta della libertà che manca

Una bussola per orientarsi nella crisi e dar vita ad una politica alternativa (I Parte)

LIBRO PRIMO: SUL SIGNIFICATO DELLA CRISI

Tutti concordano sul fatto che da almeno dieci anni stiamo attraversato la peggior crisi economica e sociale dalla fine della guerra. Ma la maggior parte delle persone e degli uomini politici non fa altro che aspettare o sperare che questa fase negativa si esaurisca. Questa speranza è però decisamente ambigua perché presuppone un inevitabile ritorno ad una pseudonormalità che non potrebbe mai instaurarsi, in quanto si sono dissolte le condizioni sulle quali la vita poggiava.

L’illusione deriva dal fatto che, come facevano i nostri antenati con le pestilenze e le carestie, crediamo che la crisi attuale non sia altro che un fenomeno causato da comportamenti devianti, cioè un qualcosa di esteriore imposto alla società, che altrimenti non subirebbe gli intoppi di cui soffre. ... Continua la lettura

Oltre la crisi del Comunismo

Il Comunista negato

Un soggetto in bilico tra regresso e coazione a ripetere

Oltre il capitalismo per scelta o per necessità?

(Da l’uomo sottosopra) (Terza parte)

Oltre il capitalismo per scelta o per necessità?

(Da l’uomo sottosopra) (Seconda parte)

Oltre il capitalismo per scelta o per necessità?

(Da l’uomo sottosopra) (Prima parte)

Quale prospettiva dopo la dissoluzione della politica (Seconda parte)

Quale prospettiva dopo la dissoluzione della politica

(Prima parte)

Per comprendere la natura dello Stato Sociale e la sua crisi

Archivio 2016

La crisi e il bisogno di rifondazione dei rapporti sociali

 

In ricordo di Primo Levi e Federico Caffè

L'individuo comunitario: una forza produttiva in gestazione ?

 

Il capitale è zoppo, non seguiamolo nella  sua illusione di essere una lepre

E se il lavoro fosse senza futuro?

Perché la crisi del capitalismo e quella dello stato sociale trascinano con sé il lavoro

salariato (IV Parte)

E se il lavoro fosse senza futuro?

Perché la crisi del capitalismo e quella dello stato sociale trascinano con sé il lavoro

salariato (III Parte)

E se il lavoro fosse senza futuro?

Perché la crisi del capitalismo e quella dello stato sociale trascinano con sé il lavoro

salariato (II Parte)

E se il lavoro fosse senza futuro?

Perché la crisi del capitalismo e quella dello stato sociale trascinano con sé il lavoro salariato (I Parte)

La disoccupazione al di là del senso comune

Meno lavoro o più lavoro nell'età microelettronica

Ultima modifica: 02 Ottobre 2017